YOGA

yoga

STILI DI YOGA

Ashtanga Yoga

Stile sviluppato da Sri Krishna Pattabhi Jois (allievo di Sri Tirumalai Krishnamacharya). Il nome completo è “Ashtanga Vinyasa Yoga”.
Si compone di diverse sequenze, crescenti per difficoltà. Si pratica la “1ª serie” per mesi (o per anni) finché non la si padroneggia alla perfezione, quindi si può passare a quella successiva.
Ogni asana della sequenza può essere assunto nella forma completa oppure in versioni semplificate per principianti o per chi ha particolari limitazioni fisiche.
L’Ashtanga Yoga prevede un riscaldamento con dieci cicli del Saluto al Sole, a cui seguono i diversi asana, proprio di ciascuna sequenza che devono essere mantenuti per cinque respirazioni. Si passa da una postura all’altra con movimenti fluidi.
Durante tutta la pratica si utilizzano i bandha: ovvero una leggera contrazione del perineo, della parte alta dell’addome e della gola. L’ashtanga yoga è un percorso fisico e mentale che aiuta ogni individuo a migliorare la propria condizione psicofisica, raggiungendo, stadio dopo stadio, la beatitudine.
Il primo beneficio dell’ashtanga yoga è il benessere fisico: attraverso il controllo del respiro e i movimenti, lo yoga garantisce un’innegabile azione terapeutica. Gli esercizi di yoga rispettano il naturale allineamento del fisico, riportando il giusto equilibrio in ogni zona del corpo
I benefici dell’ashtanga yogaLe posizioni (dette asana) e la respirazione agiscono inoltre a livello dei muscoli e delle articolazioni, migliorano la circolazione sanguigna influendo positivamente sulle funzionalità vitali e gli organi interni, con una particolare attenzione alla colonna vertebrale.
Le asana dell’ashtanga yoga agiscono profondamente sul tessuto osseo articolare, sull’apparato respiratorio, digestivo e nervoso, realizzando nel complesso una funzione diprevenzione e regolazione, che con la pratica regolare offrono effetti a lungo termine.
Con l’ashtanga yoga inoltre migliora la mobilità muscolare, la colonna vertebrale si fortifica ed in generale si nota un aumento della forza e della resistenza alla fatica. Lo yoga è inoltre particolarmente indicato a chi voglia perdere peso.
Tutti possono praticare lo yoga, come per esempio lo yoga della risata, ma se alcune posizioni o determinati passaggi non possono essere eseguiti a causa di menomazioni fisiche o malattie, ogni insegnante deve essere in grado di personalizzare gli esercizi in modo da ottenere gli stessi effetti benefici, con stimoli corporei differenti.
Nell’ashtanga yoga, asana e respirazione rilassano corpo e mente.
Il secondo beneficio dell’ashtanga yoga è il rilassamento mentale: sempre più persone si stanno rivolgendo alle tecniche di yoga per fronteggiare la frenesia dei tempi moderni. Lo yoga, infatti, insegna a concentrarsi, a ridurre l’accavallamento dei pensieri e a riposare la mente, nel silenzio.
La pratica regolare dell’ashtanga yoga riduce l’iperattività nervosa, neutralizza lostress e gli scompensi che ne derivano, aumenta l’energia e la capacità di recupero, combatte l’ansia e la depressione. La respirazione, fondamentale per il benessere fisico, è un aspetto chiave anche nel processo mentale delle emozioni e della sensazione di rilassamento.
Il terzo beneficio dell’ashtanga yoga è la spiritualità: lo yoga ed i suoi principi rappresentano una vera e propria filosofia di vita.L’ashtanga yoga sviluppa mente, corpo e spirito

ATTRAVERSO LA CORRETTA POSTURA E LA RESPIRAZIONE, IL CORPO E LA MENTE SONO PERVASI DA UNA RINNOVATA ENERGIA.

Questa condizione psico fisica diequilibrio e appagamento, consente ad ogni individuo di ritrovare la propria etica e la propria spiritualità. Attraverso le posizioni di ashtanga yoga ogniindividuo si sente in comunione con le piante, gli animali e gli oggetti inanimati.
La meditazione ed il silenzio consentono di ritrovare tempo ed energie perdute. La pace interiore è la più naturale conseguenza di un corpo sano e una mente fresca e riposata.

Hatha Yoga

E’ basato su una serie di posture fisiche (asana) e tecniche di respirazione (pranayama) di origine antichissima, nonché di una parte dedicata alla meditazione. Una pratica costante delle posture dona flessibilità e forza muscolare, mantiene elastiche le articolazioni e scioglie le rigidità della colonna vertebrale. Inoltre, l’esecuzione degli asana e la particolare attenzione data al respiro, donano maggiore consapevolezza del proprio corpo, creanco una sensazione di benessere che porta al raggiungimento di un buon equilibrio psico-fisico.

Gli insegnamenti di questo stile di Yoga si riassumono in testi classici quali la “Geranda Samitha” e lo “Hatha Yoga Pradipika” di Svatmarama

Raja Yoga

Lo “Yoga Reale” è quello che si ispira in modo più sistematico agli “Yoga Sutra”di Patañjali.
Questo metodo pone come obiettivo la realizzazione della completa coscienza, raggiungibile solo attraverso la meditazione.
Il Raja Yoga è anche lo yoga della purificazione mentale: non violenza, consapevolezza, pranayama, meditazione, concentrazione e altri esercizi di consapevolezza mentale che portano al samadhi (lo stato alterato della coscienza in cui si prova la suprema beatitudine). Secondo l’interpretazione filosofica più elevata, sarebbe la fusione del sé individuale con il Sé supremo.
Conduce alla quiete della realizzazione, definisce lo stato di coscienza integrale, cioè di una consapevolezza pienamente sviluppata e incentrata sull’essenza della vita liberata da qualsiasi condizionamento.

Vinyasa flow

Vinyasa è il termine con il quale si descrive il concetto di “respiro coordinato con il movimento”. In altre parole l’insegnante istruisce i propri studenti su come muoversi da un asana all’altra inspirando ed espirando opportunamente. Questa tecnica, conosciuta come Vinyasa Flow o solamente Flow, ha come caratteristica la lentezza, la dolcezza e l’eleganza del movimento nel passaggio da un’asanaall’altra, il che rende questo stile molto simile ad una danza.

Kundalini Yoga

Kundalini Yoga (sanscrito: कुण्डलिनी, Kundalini = ‘”a spirale” + योग, yoga = “al giogo”) è una disciplina fisica, mentale e spirituale per sviluppare la forza, la consapevolezza, il carattere e la coscienza. Kundalini Yoga utilizza una serie di asana, meditazioni, kriya sequenze attive e passive, pranayama, e il controllo del corpo per potenziare il cambiamento personale e migliorare la salute fisica e mentale. I praticanti chiamano Kundalini Yoga lo yoga della consapevolezza, perché si concentra su l’espansione della consapevolezza sensoriale e intuizione al fine di aumentare la coscienza individuale

Iyengar Yoga

Iyengar è il cognome dell’ideatore del metodo di Iyengar yoga.B.K.S. Iyengar è lo yogi – tuttora in vita – che, per il fervore e la particolarità del suo insegnamento, si è visto attribuire dai suoi stessi allievi la paternità di uno stile.

Origini e filosofia dell’Iyengar yoga

Lo Iyengar yoga può essere tranquillamente inserito nella schiera degli yoga che hanno come capostipite l’Hatha yoga. La particolarità dello Iyengar yoga risiede nell’esaltare al massimo laprecisione delle posizioni e anche nel tendere verso posizioni estreme. Questo yoga asserisce che attraverso l’ascolto profondo del proprio corpo si può arrivare a intuirne l’intelligenza, quella che egli definisce “la sua espressione psicologica”.

Attraverso la pratica e il raggiungimento del pieno ascolto del corpo è possibile cogliere la differenza di consistenza tra materia e pensiero, accorgendosi che sono fatte della stessa sostanza, solo a diverse “densità”. In questo modo si può allenare corpo, mente e spirito a lavorare insieme come una macchina perfettamente allineata. Il disallineamento del corpo infatti è anche della mente, e allineare il primo significa allineare la seconda.

La diffusione del suo lavoro in occidente si deve alla pubblicazione del suo libro “Light on yoga”, del 1965. In meno di mezzo secolo questo stile è divenuto uno dei più praticati in tutto il mondo.

Naad Yoga

Una tecnica antica per curarsi grazie alla vibrazione delle note
Conosciuto anche come “Yoga del Suono”, è un antica tecnica indiana di musicoterapia, portata in Occidente, a cominciare dagli anni ’70, da Wenu Mukunda.
Il principio base è che ogni elemento (uomini, animali, vegetali, minerali, molecole e atomi) ha una propria vibrazione naturale detta “tonica”, le cui caratteristiche (timbro e altezza) possono variare a seconda delle emozioni e del livello di consapevolezza.
Quando questo ritmo si altera, si crea uno stato di malessere che, in alcuni casi, può sfociare in un principio di malattia.
Il Nada Yoga consiste nell’usare la voce e i suoni come strumenti di guarigione.
Si eliminano così ansia e stress, favorendo rilassamento, pace interiore e autorealizzazione.
Il Nada Yoga propone il mantra A-O-UM in scala ascendente per collegare ombelico-cuore-testa.
Lo scopo è quello di innalzare l’energia l’energia per rendere consapevolmente più “raffinata” e spirituale la grezza energia viscerale, passando attraverso il cuore.

Yoga Nidra

Yoga Nidra è molte cose: è un potente strumento di meditazione e disintossicazione fisica ed emotiva, è la pratica di Unione (Yoga, appunto) in cui il subconscio e l’inconscio riemergono attraverso uno stato di consapevolezza meditativa, è lo stato di sonno dinamico in cui mentre il nostro corpo sembra dormire, la coscienza lavora per un profondo risveglio.